Crea sito
Basket Complottismo Sport Teorie della Cospirazione

Le più grandi teorie di cospirazione nel mondo dello sport

Credi che gli sbarchi sulla luna siano stati falsificati? Forse sei sicuro che c’era un tiratore sulla collina erbosa il giorno in cui il JFK è stato ucciso. O forse hai qualche idea alternativa su quello che è successo l’ 11 settembre . Il mondo è pieno di teorie cospirative e lo sport non è diverso. Da una “busta congelata” che avrebbe alterato una brutta copia della NBA , ad un fan dalla camicia bianca accusata di dare informazioni alle battitrici di Blue Jays , ecco alcune delle più famose teorie di cospirazione nello sport.

La vera ragione per cui Michael Jordan è “in pensione”

I fan del basket sono stati colti di sorpresa quando la superstar dei Chicago Bulls Michael Jordan si è improvvisamente ritirata nel 1993, citando un diminuito desiderio per il gioco sulla scia dell’omicidio di suo padre. Dopo aver giocato a baseball della lega minore per una sola stagione, Jordan è tornato alla NBA . La speculazione ha a lungo turbinato che la partenza della Giordania è stata in realtà una sospensione imposta dalla lega come punizione per le eccessive abitudini di gioco di MJ, comprese le voci che ha scommesso sui giochi NBA.

The Bloody Sock

Quando il lanciatore di Boston Red Sox Curt Schilling ha preso il posto per una partita di spareggio fondamentale contro i rivali New York Yankees nel 2004, lo ha fatto così ore dopo aver subito un intervento chirurgico su un tendine alla caviglia. Durante la brusca performance di Schilling, il sangue si vedeva filtrare attraverso il suo calzino bianco. O era? Molti hanno affermato che il “sangue” era in realtà ketchup o vernice, qualcosa che rendeva Schilling più tenace ed eroico.ù

L’ultima dimora di Jimmy Hoffa

Dopo che il leader sindacale Jimmy Hoffa scomparve nel 1975, le teorie infuriarono che il corpo del controverso boss del teamster fu sepolto sotto il campo al Giants Stadium . Lo stadio NFL nel New Jersey era in costruzione al momento della scomparsa di Hoffa, e una leggenda metropolitana popolare suggeriva che Hoffa fosse stato scaricato sotto la zona ovest. Il programma televisivo Mythbusters utilizzava un radar speciale per cercare i resti di Hoffa, ma non trovava traccia. Se Hoffa era lì, doveva essere stato davvero ben nascosto: una ricerca di resti umani compiuti quando lo stadio fu demolito nel 2010 arrivò anche vuoto.

L’uomo in bianco

Nel 2011, un articolo di ESPN pubblicò accuse di squadre rivali sostenendo che i Blue Blue di Toronto stavano rubando i segnali dei loro avversari e trasmettendo informazioni ai battitori tramite un “Uomo in bianco” seduto nei posti fuori campo. Nonostante una seria impennata delle loro prestazioni statistiche a casa, le Blue Jays negarono strenuamente di rubare cartelli e insistettero che “L’uomo in bianco” non era altro che un fantasma.

Momento non troppo dorato per Michael Phelps

Il nuotatore americano Michael Phelps ha battuto un record olimpico vincendo otto medaglie d’oro ai Giochi estivi del 2008 a Pechino. Ma Phelps ha finito per primo in gara dove ha collezionato il suo settimo oro? Secondo i libri di storia, Phelps è arrivato da dietro per battere la serba Milorad Cavic con il margine minimo di un centesimo di secondo. Ciò che molti credono, tuttavia, è che Cavic è stato il primo a toccare il muro alla fine della farfalla da 100 metri, non abbastanza difficile da registrare la sua vittoria sul sensore touch-pad che ferma l’orologio.

Riggs truccato ‘Battaglia dei sessi’

Nel 1973, la star del tennis maschile in pensione e l’ex campione di Wimbledon Bobby Riggs sostenevano che le giocatrici erano così povere, che avrebbe potuto sconfiggerle alla veneranda età di 55 anni. Riggs batté Margaret Court nella sua prima sfida, ma in seguito perse un risultato di tre set per Billie Jean King. Quindi, è stato un importante passo avanti per l’uguaglianza delle donne, o un risultato fisso progettato per regolare un debito di gioco con i gangster? Le teorie suggeriscono che Riggs intenzionalmente perso a King come parte di un piano per cancellare un conto a sei cifre che doveva alla folla per una serie di scommesse sportive diventate aspre.

Il colpo del palazzo della NBA affonda Kings

La partita 6 delle finali della Western Conference della NBA nel 2002 tra i Sacramento Kings e Los Angeles Lakers durerà a lungo come il gioco più controverso nella storia della NBA. I top-seeded Kings avevano bisogno di un’altra vittoria per avanzare alle Finali, ma non potevano farcela. Era perché stavano giocando contro tre avversari in più, vale a dire l’equipaggio di officiante della NBA? I Lakers hanno beneficiato di quasi tutte le chiamate nel quarto trimestre, segnando 16 dei loro ultimi 18 punti sul tiro di punizione. Mentre non lavorava a quel gioco, il disertore dell’NBA, Tim Donaghy, in seguito insistette che gli arbitri quel giorno fossero stati istruiti a fare tutto il possibile per impedire ai Re di vincere.

The Phantom Punch

Una delle foto più iconiche nella storia dello sport mostra Muhammad Ali in piedi sul corpo caduto dell’avversario Sonny Liston, gesticolando e urlando contro il suo avversario abbattuto. Ma Ali si è effettivamente connesso con il primo colpo che ha mandato Liston a tentacolare sulla tela nella rivincita del 1965? Le teorie abbondano sul fatto che Liston, che è sceso di nuovo dopo aver iniziato ad alzarsi dal colpo iniziale di Ali, intenzionalmente ha lanciato l’incontro a causa dei debiti di gioco, o le paure che lui e la sua famiglia sarebbero stati presi di mira dalla Nation of Islam, la controversa organizzazione che Ali aveva da poco unito .

Suzie’ fa scivolare il cibo rovinato agli All Blacks

Come mostrato nel film Invictus, una vittoria casalinga nella Coppa del mondo di rugby del 1995 ha contribuito a guarire le tensioni razziali del Sud Africa dopo la fine dell’era dell’apartheid. In Nuova Zelanda, tuttavia, il risultato di quel torneo è ricordato per ragioni molto diverse. Diversi membri del favorito All Blacks hanno avuto un avvelenamento da cibo prima della partita decisiva, con un coach che suggeriva che una misteriosa cameriera di nome “Suzie” avesse fatto scivolare qualcosa di brutto in un pasto a squadre. Sia che si tratti di un atto intenzionale, sia che si tratti solo di mangiare qualcosa oltre la data migliore, gli All Blacks sono usciti alla fine di una finale da brivido, perdendo 15-12 nei supplementari.

Delonte e The Decision

Perché la stella del basket LeBron James ha lasciato Cleveland e ha portato il suo talento a South Beach per alcune stagioni prima di tornare alle sue radici in Ohio? Se credi alle teorie del complotto, mamma è la parola con questo. Secondo alcune indiscrezioni, la ragione per cui i Cavaliers implosi in una sconfitta per playoff a Boston nella primavera del 2010 fu la tensione interna tra James e il compagno di squadra Delonte West in seguito alle rivelazioni che West era coinvolta in una relazione sessuale con la madre di LeBron. Cercando di mettere una certa distanza tra sé e le voci di una triste storia, James decise di passare alcuni anni in Florida.

The Frozen Envelope

Quanto l’NBA ha voluto che i New York Knicks conquistassero il talentuoso Patrick Ewing nel draft del 1985? Una famosa teoria della cospirazione suggerisce che la lega sia passata in modo subdolo per assicurarsi che la futura Hall of Fame avrebbe giocato nella Grande Mela. La bozza del 1985 fu la prima della NBA in cui tutte le squadre non-playoff avevano una possibilità nella selezione più alta. A quei tempi, la squadra vincente era determinata da un sorteggio condotto dal commissario David Stern. Per assicurarsi che New York fosse la vincitrice, secondo la storia, una “busta congelata” è stata collocata nella tramoggia, così Stern sapeva quale doveva essere estratta per prima.

Miracolo minore

Quando una squadra di giovani dilettanti statunitensi ha stordito la pesante Unione Sovietica favorita per vincere l’oro dell’hockey alle Olimpiadi del 1980 a Lake Placid, lo scioccante risultato è diventato noto come il “Miracolo sul ghiaccio”. I teorici della cospirazione, tuttavia, non sono così sicuri che questo sia stato un qualsiasi tipo di miracolo. La loro presa: l’URSS ha intenzionalmente lanciato il gioco, sperando che potesse contribuire a scongelare le relazioni tra i nemici della Guerra Fredda e scoraggiare gli Stati Uniti dal boicottare i Giochi estivi in ​​programma per Mosca. Se questa era la strategia, si è rivelato un enorme fallimento: non solo gli americani hanno vinto l’oro e messo in imbarazzo i sovietici, ma gli Stati Uniti sono stati uno dei 66 paesi che non hanno inviato una squadra a Mosca quell’estate.

La grande fuga di Gretzky

Proprio alla vigilia delle Olimpiadi Invernali del 2006 a Torino, dove l’icona dell’hockey Wayne Gretzky stava lavorando come direttore esecutivo del Team Canada, la notizia è stata che la moglie di The Great One è stata indagata per il suo coinvolgimento in un gioco d’azzardo illegale. Anche sotto inchiesta c’era Rick Tocchet, l’assistente di Gretzky con i Phoenix Coyotes. Mentre potrebbe aver sofferto gli appassionati di hockey canadesi per vedere la leggenda di una leggenda, alcuni credevano che fosse lo stesso Wayne a scommettere, con la moglie Janet che prendeva il calore per il suo famoso maritino.

Il Blackout di Baltimora

La NFL ha provato a staccare la spina sui Baltimore Ravens mentre correvano verso una vittoria di scoppio sui San Francisco 49ers nel Super Bowl XLVII? Con i Raven in vantaggio per 28-6 all’inizio del terzo quarto, lo stadio è stato improvvisamente colpito da un parziale blackout. Il gioco è stato fermato per più di mezz’ora mentre gli equipaggi lavoravano per riaccendere le luci. I Ravens avevano perso il loro slancio nel momento in cui il gioco riprendeva, permettendo a San Francisco di contrattaccare con 17 punti senza risposta. Anche se Baltimore è riuscita a conquistare il titolo, la star del ritiro Ravens, Ray Lewis, ha guidato le chiamate di una cospirazione organizzata dalla lega per mettere fuori combattimento il potere nel tentativo di cambiare il gioco.

Priorità a Pittsburgh

Sulla scia del disastro delle pubbliche relazioni che è stato il blocco del 2004-05, la NHL aveva davvero bisogno di qualcosa per andare bene. Invece, si trovarono di fronte a una squadra di Pittsburgh Penguins che barcollava ai margini della rovina finanziaria, e considerando di trasferirsi a Kansas City. Ciò di cui le Penne, i loro fan e la lega avevano davvero bisogno era un nuovo motivo di speranza. Pittsburgh riuscì a vincere vincendo una bozza di lotteria che gli diede il diritto di scegliere il potenziale candidato Sidney Crosby. Sid the Kid ha trasformato le penne in campioni della Stanley Cup, e il team ha ottenuto una nuova casa per sostituire l’igloo che invecchia. Era la soluzione con la selezione di Sid, o Pittsburgh era solo fortunato?

Related posts

LA VERA STORIA DEGLI ILLUMINATI DI BAVIERA

misteroecuriosita

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.