IL “COMUNISMO PSICHICO” E LA PSICOTRONICA NELL’URSS

Di Francesco Dimitri * [¼] Nel corso della prima metà del Novecento era convinzione comune in Occidente che l’Unione Sovietica fosse immune dalla dilagante «febbre parapsicologica». Scettici e credenti erano d’accordo almeno su una cosa: un regime ateo e materialista non avrebbe mai consentito lo studio di telepatia e affini.... Continua »